ARTICOLI E DICHIARAZIONI

ARTICOLI E DICHIARAZIONI

MILANO - "Il Presidente di Aler, Angelo Sala, invece di fare propaganda su Facebook con la solita retorica dello scarica barile, dovrebbe andare a risolvere il problema della signora Maria, che abita al settimo piano delle case di Via Salomone e non può neppure andare a fare la spesa perché gli ascensori non funzionano, o recarsi all'ospedale perché poi si trova la casa occupata.
Gli ricordo che la gestione delle case Aler è in capo alla Regione, governata dal suo partito: troppo comodo far finta di non sapere che la responsabilità di chi entra e di chi vive nelle case sia proprio la loro. Il fenomeno delle occupazioni abusive è in aumento, mentre non è così per quelle gestite da MM e Comune di Milano: al posto di scaricare le colpe sugli altri, Sala farebbe meglio ad andare dai disabili e dagli anziani, e spiegare loro come mai vivono nel degrado totale.
Con Giorgio Gori risponderemo finalmente ai bisogni di sicurezza e inclusione dei cittadini; i nostri avversari hanno dimostrato a sufficienza la loro incapacità. Il 4 marzo cambiamo finalmente questa Regione e mandiamoli a casa.

MILANO - "Il clima di intolleranza e odio per il diverso, fomentato da un linguaggio politico che esaspera i toni e usa il razzismo come arma di normale dialettica, fa da sfondo ai fatti di Macerata, dove un folle neofascista candidato al consiglio comunale di Corridonia, nelle file della Lega, ha sparato a sei immigrati e alla sede cittadina del Partito Democratico, esibendo tanto di saluto romano.  Mi unisco all'appello del segretario nazionale Matteo Renzi, perché tutte le forze politiche facciano uno sforzo per abbassare il livello della contrapposizione e riportino il confronto sul terreno del buon senso e della correttezza. La mia solidarietà alle vittime del folle gesto razzista di stamattina e a tutta la comunità maceratese.

Così in una nota il capolista Pd alle regionali, Pietro Bussolati, commenta quanto accaduto questa mattina a Macerata. 

MILANO - "Sconcertante la decisione del sindaco di centrodestra di Turbigo, che fa approvare una delibera contenente l'aumento della tassa dei rifiuti per quei privati che decidono di aderire al Protocollo sui migranti. Un provvedimento razzista e inaccettabile, che ostacola il prezioso lavoro di tanti amministratori che sul tema dell'accoglienza si stanno impegnando con responsabilità e concretezza, nell'interesse dei cittadini. In perfetta linea, purtroppo, con le deliranti difese dei "paladini" della razza bianca e di chi, come Regione Lombardia, sul tema non ha fatto altro che girarsi dall'altra parte, mostrandosi incapace e inadatta al ruolo di regia e supporto alle amministrazioni locali che le spetta ".

Così il capolista del PD alle elezioni regionali, Pietro Bussolati, commenta il provvedimento voluto dal sindaco di FI, Christian Garavaglia, approvato nel Consiglio comunale di Turbigo, che prevede l'aumento della tassa sui rifiuti ai privati che aderiscono al Protocollo sull'accoglienza dei migranti.

MILANO - "Se c'è ancora qualcuno che nutre dubbi sulla differenza fra noi e loro, questa ne è purtroppo l'ennesima ignobile testimonianza. Dopo il candidato presidente Fontana e i suoi discorsi deliranti sulla razza bianca e l'ignobile gesto dei giovani padani che hanno dato fuoco ad un fantoccio raffigurante la Presidente Boldrini, arriva la dichiarazione shock della sindaca Cristina Bertuletti. Questa è la Lega: profondo imbarazzo e ferma condanna per una frase assolutamente vergognosa e intollerabile e, soprattutto, non degna di un rappresentante delle Istituzioni. La sindaca Bertuletti prenda atto del suo gesto e si dimetta". 

Follow me:

if facebook  if twitter  if instagram  if google  if Flickr

© 2017 Pietro Bussolati