DIARIO DI BORDO

DIARIO DI BORDO

UN FUTURO SPAZIALE

Un giorno nelle stazioni spaziali si coltiveranno batteri per l’alimentazione e si faranno esercizi di yoga. È questo il risultato della sperimentazione di idee fatta per mesi nei laboratori del liceo Donatelli di Milano, da parte degli studenti che hanno partecipato al concorso nazionale “Scuola: spazio al futuro”.Il liceo Donatelli è stato per cinque anni la mia seconda casa e solo qualche giorno fa ho deciso di tornarci, dopo oltre dieci anni. Un turbine di emozioni, ho ripercorso con la mente le avventure nei corridoi segreti e negli ex obitori dei sotterranei.

Ho trovato molte cose rimaste identiche ad allora, nonostante il passare del tempo. È entusiasmante pensare che, oggi in quelle aule e su quei banchi, dei ragazzi abbiano sperimentato le loro idee e prodotto un risultato così affascinante.

Innovazione, creatività, coraggio. Questo è quello su cui oggi più che mai bisogna investire. E sono questi i sentieri che anche la nostra regione deve percorrere se vuole recuperare fiducia e ridare speranza di un futuro a 239.000 giovani che oggi in Lombardia non studiano né lavorano.

"Stay hungry, stay foolish": più di dodici anni fa Steve Jobs arringava i ragazzi della Stanford University con una frase che ha segnato un’epoca. È cambiato tanto da allora, l’innovazione permea tantissimi campi, dalla formazione al lavoro che cambia continuamente, ma resto convinto che ciò di cui ci sia bisogno è una politica lucida e lungimirante nel comprendere la necessità e l’urgenza di combattere povertà ed esclusione sociale puntando sull’istruzione.

Follow me:

if facebook  if twitter  if instagram  if google  if Flickr

© 2017 Pietro Bussolati