INTEGRAZIONE TARIFFARIA

L’integrazione tariffaria rappresenta il punto cardine della riforma del sistema della mobilità regionale.

Con il nuovo sistema l’utente vedrà rapportata la tariffa al servizio fruito, indipendentemente dal vettore che svolge tale servizio (bus, metro, treno, etc.). Nelle aree metropolitane si potranno superare i confini dei rispettivi comuni e avere tariffe rapportate alle distanze percorse, utilizzare il vettore più confacente alle proprie esigenze. Con lo stesso titolo di viaggio l’utente vedrà notevolmente ampliata la gamma dei servizi.

La legge regionale 6/2012 e il regolamento attuativo 4/2012 prevedono una modifica dei sistemi tariffari nell’ottica di integrare tutti i servizi. In questo modo, laddove esistono servizi svolti da più vettori, sarà possibile utilizzarli indifferentemente (Crema – Milano via bus o via treno). L’intermodalità è non solo una previsione normativa, ma una raccomandazione a cui tende l’intero impianto della normativa europea in termini di trasporto di merci e persone. 

Leggi e diffondi il documento sull' Integrazione tariffaria (pdf)

 

Follow me:

© 2019 Pietro Bussolati